Pensione e Naspi: sono compatibili?

La NASpI non è compatibile con la pensione anticipata, di vecchiaia e l’assegno d’invalidità, mentre è compatibile con la pensione di reversibilità e d’invalidità civile.La legge Fornero ha stabilito che chi raggiunge i requisiti pensionistici decade dal diritto alla NASpI. 

Pensione e lavoro: possono coesistere

Chi è in pensione, nel rispetto di certi limiti, può continuare a lavorare. Dal 2008 infatti la pensione si può cumulare con i redditi da lavoro. Questo comporta il versamento di altri contributi che andranno ad aumentare l’importo della pensione una volta che il lavoratore pensionato cesserà definitivamente di lavorare. Cosa accade però al pensionato che a un cento punto viene licenziato? Può percepire anche lui, come i disoccupati involontari, la NASpI? Cerchiamo di fare chiarezza.

No alla NASpI per alcuni pensionati, lo dice la legge Fornero

La Legge Fornero n. 92/2012 ha stabilito la decadenza dall’indennità di disoccupazione per i lavoratori che raggiungono i requisiti per la pensione. Decade pertanto dall’indennità di disoccupazione il lavoratore:

  • che ha diritto alla pensione di vecchiaia o anticipata;
  • è titolare del diritto all’assegno ordinario d’invalidità e non sceglie la NASpI. Questo perché la sentenza n. 234/2011 della Corte Costituzionale ha riconosciuto all’assicurato il diritto di poter scegliere tra l’assegno ordinario d’invalidità e l’indennità di disoccupazione per il periodo di disoccupazione indennizzato, sancendo così l’impossibilità di cumulare le due prestazioni.

Pensioni compatibili con la NASpI

La NASpI è compatibile con le pensioni d’invalidità e reversibilità. E’ previsto infatti che il titolare di pensione d’invalidità o di reversibilità, se perde il lavoro, può avanzare domanda per ottenere la NASpI, purché in possesso dei requisiti richiesti per il suo riconoscimento.

FENEALUIL Imperia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.